• +39 02 67078247
  • info@vistoturisticocina.com

Senza categoria

Visto per la Cina M Covid 19

Visto per la Cina dal 07/09/2020 chi può viaggiare in Cina

È possibile richiedere visto per la Cina dal 07/09/20 solo chi deve viaggiare per urgenti necessità economico-commerciali e tecnico-scientifiche, oltre che per motivi umanitari (come visitare un familiare o parente diretto in gravi condizioni medico-sanitarie o prender parte ad un funerale di un parente diretto).

Visto per la Cina dal 07/09/2020 per viaggiare in Cina sia per motivi economico-commerciali che tecnico-scientifiche la documentazione necessaria per la richiesta visto M per entrare in Cina:

1) PASSAPORTO IN ORIGINALE

(da portare in originale il giorno dell’appuntamento)

In corso di validità non inferiore a 6 mesi con almeno due pagine libere adiacenti, è richiesta fotocopia della prima pagina del passaporto.

N.b.: Se il passaporto è deteriorato o presenta due pagine libere non adiacenti, compilare la lettera di manleva allegata e trasmetterla in originale insieme alla documentazione.

2) DICHIARAZIONE DEI PAESI VISITATI DAL 1° GENNAIO 2015  – Ve lo giriamo noi via email

(da portare in originale il giorno dell’appuntamento per i soli passaporti rilasciati dal 01/01/2015).

Nella colonna “durata del soggiorno” dopo aver compilato la colonna “nome del paese” indicare solo il totale dei giorni (esempio: 5 giorni) non è necessario specificare la data di ingresso e di uscita (dal – al).

Per visite in più paesi è possibile allegare un secondo modulo compilato.

La dichiarazione dei paesi visitati è obbligatoria anche nei seguenti casi:

Il richiedente non ha visti sul passaporto: la dichiarazione va compilata indicando nella colonna nome paese e durata del soggiorno: nessuna entrata.

Se nel passaporto è presente un visto NON utilizzato: la dichiarazione va compilata indicando nella colonna “nome paese” il paese del visto e “durata del soggiorno”: nessuna entrata.

3) DICHIARAZIONE DI VIAGGIO PER CHI E’ STATO IN SIRIA, TURCHIA, PAKISTAN, IRAQ, LIBIA

(Ve lo giriamo noi via email, da portare in originale il giorno dell’appuntamento)

Per chi presenta dei timbri di ingresso per Siria, Turchia, Pakistan, Iraq e Libia sul passaporto è richiesta una dichiarazione come da facsimile allegato.

La tempistica per il rilascio del visto è a discrezione Consolare. Per maggiori informazioni Vi preghiamo di contattare i nostri uffici di Milano.

4) 1 FOTO FORMATO TESSERA A COLORI

(da portare in originale il giorno dell’appuntamento)

5) MODULO CONSOLARE CINA IN ORIGINALE E FOTOCOPIA (vi giriamo noi il modulo, voi lo compilate e poi noi lo inoltriamo).

6) MODULO INFORMATIVA PER LA PRIVACY CVASC

(Ve lo giriamo noi via e-mail eda portare in originale il giorno dell’appuntamento)

Da trasmettere per ogni domanda di visto firmato in originale dal richiedente.

7) HEALTH DECLARATION FORM  

(Ve lo giriamo noi il modulo via e-mail che dovete compilare e firmare da portare in originale il giorno dell’appuntamento)

Allegato, da compilare in tutte le sue parti. In base alle disposizioni del governo cinese, al fine di garantire la sicurezza sanitaria durante il viaggio, i passeggeri stranieri che si recheranno in aereo in Cina sono obbligati ad effettuare il test dell’acido nucleico entro cinque giorni dall’imbarco.

La procedura da seguire è la seguente:

Stampare l’Health Declaration form allegato in duplice copia, una copia andrà allegata alla documentazione (passaporto, modulo, foto etc.) l’altra copia va presentata quando partirete per la Cina all’imbarco altrimenti non vi imbarcate.

Contattare la Compagnia aerea o l’Ambasciata Cinese della Nazione dove si effettua il transito aereo per verificare se è necessario per il proprio viaggio (oltre al test dell’acido nucleico) anche dell’health declaration form autenticato dal Consolato.

La procedura Visto per la Cina dal 07/09/2020 per viaggiare in Cina da seguire è la seguente:

    1. Richiedere il certificato dello stato di salute al momento della consegna della domanda di visto presso il Chinese Visa Application Service Center;

    2. In base al territorio consolare della clinica nel quale si è effettuato il test, si prega di compilare il certificato di salute e di inviarlo via mail, assieme al referto del test dell’acido nucleico e alla prima pagina del passaporto (quella con la foto e le informazioni personali) all’Ambasciata o Consolato di riferimento ai seguenti indirizzi scrivere come oggetto della mail “Dichiarazione Salute, più cognome e nome e la data di partenza”:

  1. dichiarazionesanita@gmail.com per il territorio consolare di Milano (Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia Romagna);
  2. florencecenter@visaforchina.org per il territorio consolare di Firenze (Toscana, Liguria, Umbria e Marche);
  3. romacentre@visaforchina.org per il territorio consolare di Roma (tutte le altre regioni).

Il Consolato Cinese di Milano o Roma,  dopo un giorno lavorativo invierà via mail al richiedente il certificato di salute (health declaration form) autenticato che andrà stampato e allegato al test dell’acido nucleico.

Per i chiedenti il visto Cina solo per urgenti necessità economico-commerciali e tecnico-scientifiche dovranno presentare una lettera di invito rilasciata dall’Ufficio Governativo Provinciale per gli Affari Esteri, coloro i quali non hanno questo tipo di lettera in questo momento non è temporaneamente possibile richiedere il visto per entrare in Cina.

8) INVITO RILASCIATO DALL’UFFICIO GOVERNATIVO PROVINCIALE PER GLI AFFARI ESTERI CINESE (PU)

(da portare in originale il giorno dell’appuntamento)

L’invito dall’Ufficio Governativo Provinciale per gli Affari Esteri dal consolato cinese è accettato in originale, via fax o scansione per mail indirizzato al Consolato generale della Repubblica Popolare Cinese di Via Benaco, 4 a Milano.

9) PRENOTAZIONE AEREA VOLI CHINA (da portare in originale il giorno dell’appuntamento)

Operativo voli per la Cina e non per altre destinazioni con indicato l’itinerario completo con partenza dall’Italia su carta intestata dell’agenzia viaggi, conferma della prenotazione via internet o copia del biglietto elettronico.

La prenotazione dei voli deve coincidere con i giorni di permanenza indicati sul modulo consolare e lettera di invito.

Per i visti doppio ingresso il piano voli può riportare anche la sola prima data di ingresso.

Visto per la Cina dal 07/09/2020 rimaniamo a disposizione tramite e-mail: info@vistoturisticocina.com per coloro i quali vogliono chiedere il visto Cina tramite il nostro ufficio visti.

Visto per cittadini cinesi

Visto per stranieri con permesso di soggiorno cinese

News del 12/08/2020

A causa della rapida diffusione del Covid-19 in tutto il mondo, a partire dal 28 marzo il governo cinese  ha sospeso temporaneamente l’ingresso nel territorio cinese per gli stranieri con visto e permesso di soggiorno valido.

Tuttavia per gli stranieri con urgenti necessità economiche, commerciali, scientifiche e tecnologiche o con esigenze umanitarie è stato comunque garantito il servizio di rilascio dei visti.

In quanto la prevenzione e il controllo di COVID-19 diventano regolari, al fine di facilitare gli scambi tra i paesi, la Cina decide che, a partire dal giorno odierno, i cittadini dei seguenti paesi europei (elenco allegato) con permessi di soggiorno cinesi validi (per motivi di lavoro, affari personali e ricongiungimento familiare) potranno richiedere un visto per l’ingresso in Cina gratuitamente presso qualsiasi ambasciata o consolato cinese accreditato nei paesi elencati(tramite i centri visti).

Per i suddetti sarà comunque necessario seguire le norme anti-epidemiche del governo locale cinese previste dopo l’ingresso.

Elenco dei paesi europei in cui sarà possibile la richiesta:

Albania, Irlanda, Estonia, Austria, Bulgaria, Macedonia del Nord, Belgio, Islanda, Bosnia ed Erzegovina, Polonia, Danimarca, Germania, Francia, Finlandia, Paesi Bassi, Montenegro, Repubblica Ceca, Croazia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Romania, Malta, Norvegia, Portogallo, Svezia, Svizzera, Serbia,Cipro, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Grecia, Ungheria, Italia, Regno Unito.

mappa via della seta turistica

Viaggio via della Seta serve il visto turistico Cina, Uzbekistan, Turkmenistan e Kazakistan?

Visto turistico Cina e Turkmenistan, si bisogna chiedere il visto di ingresso per Cina e Turkmenistan per le altre nazioni Uzbekistan e Kazakistan fino a 30 giorni non serve richiedere il visto di ingresso.

Raccomandiamo ai viaggiatori che vogliono fare il viaggio via della seta partendo da Pechino di organizzarsi almeno un mese prima della fata di partenza per ottenere i visti per la Cina , guarda da questo link i documenti necessari per il Visto turistico Cina e Turkmenistan https://vistoturisticocina.com/visto-turistico-per-la-cina-costo-e-procedure-per-il-rilascio/ oppure per il visto per Turkmenistan clicca su questo link per faq https://vistoturistico.eu/vistocoming

Invece per entrare in Uzbekistan e Kazakistan, i cittadini italiani devono avere il passaporto con validità residua di non meno di sei mesi alla data di ingresso nel Paese.

La Via della Seta Cinese è un itinerario che iniziò ad essere costruito intorno al 500 a.c. fino ad arrivare ad una lunghezza di circa 8.000 km partiva da Chang’an (l’odierna Xi’an) e attraverso il Corridoio di Hexi (nel Gansu) arrivava alla città oasi di Dunhuang dove si divideva in tre parti, tutte nell’odierno Xinjiang:

  1. Il ramo settentrionale correva a nord della catena del Tianshan, passando per le città di Hami (Kumul), Urumqi e Yining e proseguendo verso il Kazakistan;
  2. Il ramo centrale, che insieme a quello meridionale giravano attorno al bacino del Tarim e all’insidioso deserto di Taklamakan, attraversava le città di Loulan, Turpan, Korla, Kuqa, Aksu e Kashgar, proseguendo verso il Pamir e l’Asia Centrale;
  3. Il ramo meridionale passava attraverso le città di Ruoqiang, Qiemo, Hetian, Yecheng, Yarkand e Kashgar per proseguire verso il Pamir e l’Asia Centrale.

Era l’unico tragitto che permetteva di praticare scambi commerciali tra Oriente e Mediterraneo.

Se avete vogli di prenotare un tour per la via della seta vi consigliamo le seguenti città da visitare partendo da Pechino:

  1. ALMATY Kazakistan grande città metropolitana
  2. TURKESTAN Kazakistan la città è anche conosciuta come la Seconda Mecca dell’Oriente, ed è di enorme importanza per i musulmani kazaki.
  3. TASHKENT capitale dell’Uzbekistan maggiore centro economico e culturale della repubblica
  4. SHAKHRISABZ Uzbekistan dovrebbe essere considerata tra le più antiche città dell’Asia centrale.
  5. SAMARCANDA é stata dichiarata nel 2001 Patrimonio Mondiale dell’Umanità con il nome “Samarcanda, crocevia di Culture” e patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.
  6. KHIVA Uzbekistan è stato il primo sito in Uzbekistan ad essere iscritto tra i Patrimoni dell’umanità nel 1991.
  7. BUKHARA città museo tra le più antiche al mondo, con un patrimonio artistico, storico e culturale
  8. Merv, Mary, Turkmenistan si suppone che Merv sia stata per breve tempo la città più grande del mondo durante il dodicesimo secolo infatti l’ha reso un ricco punto di scambio culturale e politico. Nel 1999 l’UNESCO ha inserito Merv tra i Patrimoni dell’umanità.
  9. ASHGABAT capitale del Turkmenistan ricca di storia antica e contemporanea.
mappa della transiberiana

Viaggio dalla Russia Transiberiana serve il visto?

Per poter prenotare il viaggio per la Russia facendo sia la Transiberiana, la Transmanciuriana e la Transmongolica serve il visto di ingresso.

Quindi se stato prenotando un tour dalla Russia, fate molto attenzione, perché si passa attraverso 3 nazioni Russia, Mongolia e Cina in basso tutte le informazioni utili per organizzare il tuo viaggio e come fare il Visto per Viaggio Transiberiana e Transmongolica.

Dalla linea ferroviaria della Transiberiana ha un certo punto si diramano altre due direzioni: la Transmanciuriana e la Transmongolica.

Quindi alla fine ci sono 3 grandi rotte da est a ovest che il viaggiatore deve sapere che sono famose partendo dalla Russia che può fare durante il viaggio:

la Transiberiana dove è la tratta piu’ conosciuta che va da Mosca o partendo da San Pietroburgo fino a VladivostoK dove si attraversano ben otto fusi orari, mediamente occorrono sette giorni pieni per il tour in treno senza fermate intermedie, se si desidera visitare città per interrompere il viaggio come Ekaterinburg, Novosibirsk, Irkutsk, Listvyanka, Lago Baikal, sarà necessario scendere dal treno con tutti i bagagli e prendere un altro treno dopo la visita( Visto per Viaggio Transiberiana o Visto turistico per la Russia necessario clicca nel link per scaricare i documenti necessari: https://vistoturistico.eu/vistocoming .

la Transmanciuriana parte sempre sia da Mosca che da San Pietroburgo è un ramo che fa parte della ferrovia transiberiana collegando la Russia con la Cina, in particolare da Chita (Russia) attraverso Manzhouli (al confine) a Harbin (Cina), da dove si può proseguire fino a Pechino (Visto turistico per la Cina necessario clicca per scaricare i documenti necessari: https://vistoturisticocina.com/visto-turistico-per-la-cina-costo-e-procedure-per-il-rilascio/

È possibile dopo arrivati a Ulan Ude continuare in direzione Vladivostok per poi girare a sud in direzione Pechino capolinea dell’ultima tappa del viaggio.

la Transmongolica che parte sempre da Mosca o San Pietroburgo arrivando poi alla città di Ulan-Ude attraversando verso sud la Mongolia dove potete visitare quindi la capitale Ulan Bator, le steppe mongole e il deserto del Gobi prima di arrivare fino a Pechino come destinazione finale del viaggio ( Visto turistico per la Mongolia necessario clicca per scaricare i documenti necessari:https://vistoturistico.eu/vistocoming).

Visto per Viaggio Transiberiana e Transmongolica per un preventivo manda una mail a info@vistoturisticocina.com

1

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi